Storia

Le opere Pie Riunite trovano la loro origine dal Decentramento Amministrativo attuato con R.D. 12 aprile 1939.
Antico Stemma Opera Pia Dall’allora esistente Ente Comunale di Assistenza di Città di Castello si è passati alla creazione di una Amministrazione Autonoma, denominata Opere Pie Riunite, composta dalle seguenti Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza: Ricovero Mendicità: eretto Ente Morale con R. Decreto 15 Agosto 1875 e regolato da un proprio Regolamento Organico del II novembre 1876. Viene amministrato dalla Congregazione di Carità che ne promosse l’istituzione con deliberazione del 29 febbraio 1872. Opera Pia Ospizio Cronici: istituita dalla Congregazione di Carità di Città di Castello con deliberazione del 17 settembre 1904, la sua istituzione viene approvata dalla Giunta Provinciale Amministrativa il 3 novembre 1904 con N. 25538 Div. Opera Pia Muzi Betti: fu fondata da Mons. Giovanni Muzi, Vescovo di Città di Castello e, successivamente, fu dotata di un più largo patrimonio mediante la fusione e trasformazione di altre Istituzioni di Beneficenza, in special modo del lascito dei Fratelli Betti, in forza di Rescritto Pontificio 13 marzo 1852.

fotogruppo1

L’opera Pia, in base al proprio statuto organico, approvato con R.D. 13 agosto 1865, aveva come scopo il mantenimento e l’educazione dei fanciulli. In sostituzione delle sopra indicate Opere Pie e derivante dalla loro fusione, dal 01/01/2006 è stata istituita una nuova persona giuridica di diritto pubblico denominata “Opera Pia Muzi Betti” con sede in Città di Castello via delle Terme 4.
L’Istituzione ha lo scopo di contribuire alla tutela e valorizzazione della condizione delle persone anziane in stato di non auto sufficienza fisica e/o psichica, corresponsabilizzando gli stessi anziani, le loro famiglie e le comunità di appartenenza e collaborando con gli enti locali territoriali e con gli enti di volontariato per la preservazione delle consuetudini affettive e culturali e per il loro mantenimento o reinserimento in famiglia.

fotogruppo2

Nel perseguimento dei propri fini, l’Istituzione opera nell’ambito degli indirizzi Programmatici della Regione Umbria, degli accordi di programma sottoscritti a livello del Comune di Città di Castello e dell’Azienda Sanitaria Locale competente per territorio. L’Istituzione garantisce ai propri Ospiti, tramite interventi personalizzati, un adeguato livello assistenziale nel pieno rispetto della dignità, autonomia e della riservatezza personale. In particolare viene assicurata l’assistenza sanitaria di base e trattamenti riabilitativi per il mantenimento ed il miglioramento dello stato di salute e del grado di autonomia. L’Opera Pia Muzi Betti promuove, nell’ ambito dei propri servizi, attività di mobilizzazione e attività occupazionali e ricreativo-culturali, favorendo la partecipazione alle iniziative promosse nel territorio atte ad evitare l’isolamento nella comunità di residenza. Nell’interesse dei propri utenti viene favorito il rapporto con le locali organizzazioni di volontariato. La struttura organizzativa dell’Ente prevede al suo vertice un Consiglio di Amministrazione di nomina Regionale/Comunale supportato, nella direzione operativa, dal Direttore Sanitario, dal Responsabile delle Attività Assistenziali e dal Responsabile degli Uffici Amministrativi.